Si accendono le luci sullo stadio del nuoto di Riccione dove, per un’intera settimana, i migliori atleti d’Italia si daran- no battaglia tra le corsie roma- gnole per strappare i “pass” e le maglie azzurre per gli euro- junior, le universiadi e per i mondiali coreani.

Le prima gare hanno visto in acqua atleti e atlete del fondo e mezzo fondo e tra i migliori interpreti di queste discipline, figurava qualificata anche la giovanissima Alisia D’Agnone, classe 2006, impegnata sulla distanza dei 3000 metri.

L’atleta accreditata del dodi- cesimo tempo di iscrizione con 38’56", ha demolito questo suo primato abbassandolo di oltre 1 minuto: il suo 37’54".5 le è infatti valso la sesta posizione assoluta ed una consapevolezza di esse-

re tra le migliori stile liberiste del suo anno sulle distanze medie e lunghe.

Martedì (oggi mentre scriviamo, ndr) potrebbe essere il turno di Marco Gallesi nei 50 stile libero al cospetto di atleti blasonatissimi e grandi interpreti della velocità. Purtroppo sarà in forse fino all’ultimo istante essendo stato colpito da un virus influenzale che lo ha tenuto fermo proprio in questi giorni. L’atleta del 2003 è reduce da uno straordinario campionato italiano giovanile dove, a suon di primati personali demoliti, è riuscito a conquistare piazzamenti di presti- gio sui 100 stile libero, sui 100 farfalla e, appunto, sui 50 stile libero, gara che lo ha visto inserirsi prepotentemente tra i migliori giovani velocisti del panorama nazionale.

Nell’ultima giornata di gare, sabato 6 aprile, sarà la volta di Federica Caruso, tornata ad altissimi livelli nella rana, ha migliorato considerevolmente il suo primato regionale asso- luto sui 50 e si schiererà a fianco di specialiste per con- fermare il suo grande percorso di crescita in questa specialità.
« Siamo enormemente fieri ed orgogliosi dei riscontri che questa stagione sta regalando ai nostri colori – il commento del presidente Tony Oriente – dopo aver ottenuto brillanti risultati complessivi di squadra, adesso questo palcoscenico regala soddisfazioni immense e ricompensa tutto il gran lavoro che la Hidro Sport sta infondendo da anni nel territorio. Il grande exploit di Alisia D’agnone ci gratifica profondamente e ci auguriamo che sia solo l’inizio di un’altra settimana da ricordare nella storia della nostra società ».

mercoledì 3 aprile 2019
Condividi questo articolo